Franceschini’s Version

La critica politica che muove il Pd all’avversario, dall’aspetto “legalitario” (richiesta alla rinuncia al lodo Alfano) tracima in un giudizio più strettamente “valoriale/morale”. Franceschini ha giocato ieri con la battuta rivolta agli italiani di esprimere un giudizio morale e valoriale su Silvio Berlusconi come padre, un colpo sotto la cintola, come rileva anche Battista sul Corriere.  Neanche Di Pietro, che pure gioca duro, aveva osato tanto. La reazione della famiglia Berlusconi è stata granitica. Di colpo offesi come figli, tutti i 5 eredi Berlusconi hanno preso le difese del padre. Una difesa che non è parsa quella di un clan. Emotivamente doverosa,  certo, ma temporalmente ponderata. Giocata su ben 4 diversi comunicati o dichiarazioni. Ognuno a difesa di una sfaccettatura particolare del profilo del padre offeso. Franceschini è dovuto tornare indietro sui suoi passi. Una precisazione/rettifica, poche ore dopo, di quelle che di solito spettano a Bonaiuti per raddrizzare i messaggi borderline del premier.

Questa volta è stato il Pd a dover precisare. Probabilmente non considerando la risposta univoca degli eredi. Ma poco importa. Le prime pagine continuano ad essere intrise del “caso personale” del premier e per Franceschini l’obiettivo è stato raggiunto. Il Pd e il suo leader protempore hanno di fatto scelto di giocare tutto sull’operazione Noemi. Il voto di giugno vorrebbe essere per il Pd una sorta di referendum, non tanto sulle qualità politiche o sul profilo “etico” nel ruolo di imprenditore/politico di Silvio Berlusconi, più volte assolto ancor prima che dai giudici dal voto popolare, quanto un vero e proprio giudizio sulla sua condotta morale. Sul suo substrato di valori propugnati in pubblico in contrasto con i comportamenti privati che emergono dalla vicenda personale, esplosa dopo le dichiarazione della moglie Veronica Lario.

La distinzione antropologica. La questione morale. Questo è il punto per il Pd. Del resto tale è il convincimento di Franceschini della giustezza della mossa che fra gli ispiratori della strategia riemerge dal passato anche Enrico Berlinguer e la sua impostazione politica della “questione morale”. Pansa su Il Riformista indica chiaramente il processo mentale che consente a Franceschini di riappropriarsi di una figura del passato che nulla ha a che vedere con la storia personale del leader ferrarese.

Questa strategia appare davvero una mossa se non “disperata”, al limite della impotenza di chi tenta il colpo della vita per salvare una situazione evidentemente difficile. Però non si comprende quale sia il target elettorale che il Pd vorrebbe condizionare a cambiare giudizio su Berlusconi. Un azione di comunicazione politica che difficilmente, anche se riuscisse, porterebbe in automatico “consenso” proprio al partito di Franceschini. Forse questa strategia potrà provocare un po’ di astensione, qualche riflessione del voto cattolico più dubbioso, magari tentato alla luce della critiche anche della Cei dal richiamo dell’Udc di Casini, che sulla vicenda ha tenuto un profilo basso “esemplare”. Davvero non si scorge il nesso fra il presunto giudizio morale che gli italiani dovrebbero esprimere su Berlusconi come “uomo, padre e marito” e l’incremento di consenso al Pd. Gli italiani giudicheranno il Berlusconi politico e se l’opposizione, e il Pd in particolare, non è stata in grado, nonostante la grave crisi economica, di spezzare il rapporto di fiducia fra il premier e il paese, non sarà di certo l’operazione Noemi a modificare quel giudizio. Politico, squisitamente politico.


  1. woody

    “Però non si comprende quale sia il target elettorale che il Pd vorrebbe condizionare a cambiare giudizio su Berlusconi”.
    Verissimo. Mi chiedo la stessa cosa. La domanda comunque andrebbe fatta al vero partito, cioè La Repubblica, della quale Franceschini e tutto il PD non sono ormai che piccole e frustrate marionette.




Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: