È una campagna elettorale, già stanca. Come il paese. Con l’incubo di una vittoria amplissima numericamente da parte di Berlusconi alla camera (+7/10%), che poi però alla prova dei conteggi per l’assegnazione dei seggi al senato potrebbe riportare il paese nel pantano della ingovernabilità. Il senato resta la vera chiave di volta della campagna elettorale con la presenza di due forze, Udc  e sinistra Arcobaleno, che rendono la previsione della assegnazione del premio di maggioranza regione per regione davvero difficile. I riflettori sono puntati sulle regioni dove il PD può giocarsi la partita e rendere quella di Berlusconi la classica vittoria di Pirro. L’Umbria secondo un ultimo sondaggio andrà al Pd. La Sardegna è in bilico. Le Marche, dopo le candidature catapultate da Roma del PDL, potrebbe vedere l’affermazione di Veltroni. Anche Piemonte e Liguria sono banchi di prova difficilissimi, ma non più impossibili per il PD. La Calabria e la Basilicata ondeggiano e restano in bilico, appese alle dinamiche territoriali. Insomma il quadro è davvero fluido. In più i due leader sono alle prese con polemiche e strumentalizzazioni violente che li costringono alla difensiva, senza poter dispiegare una narrazione comunicativa piena e protesa agli aspetti programmatici della campagna. Dopo la settimana nera di Veltroni, è iniziata quella davvero nera di Berlusconi costretto a polemizzare con Fini pur di legittimare la candidatura dell’editore ciociaro Ciarrapico.  Una candidatura di copertura in Lazio, dove la partita del senato è aperta e i voti di Storace potrebbero rivelarsi fatali per il PDL.  Ciarrapico intercetta un sentimento nostalgico e divulga informazione attraverso la sua rete editoriale di giornali nella provincia profonda del Lazio. Proprio in quella provincia dove gli attacchi ad AN e alla sua classe dirigente locale erano stati continui ed insistenti nell’ultimo periodo.  Dopo i toni pacati della prima fase, la campagna elettorale si sta avvitando in una spirale di contumelie e polemiche pretestuose. Sempre più sullo sfondo le modalità operative con le quali si intendono realizzare i programmi presentatati.  Il modo peggiore per rimettere in circolo ottimismo e fiducia. Per appassionare gli elettori, per destare i disillusi e convincere gli indecisi.  A 32 giorni dal voto, siamo costretti a leggere sui tutti i media di Pannella e di Ciarrapico, di scioperi della sete e di nere nostalgie. Lo sguardo di chi si appresta a voler governare il paese e di tutti noi che lo raccontiamo e lo viviamo è purtroppo sempre rivolto all’indietro. Ci sono ancora 32 giorni per parlare guardando il futuro. Occorre certo trovare il coraggio di voltare in avanti la testa e fare i conti con quello che ci aspetta.


  1. ROBERTO IOSSA

    l’analisi è condivisibilissima in base ai dati regionali che hai letto: dove posso avere i dati dei sondaggi al senato regione x regione ( per PdL, PD, UDC, SA e DX ?) perchè solo in base a quelli la valutazione numerico-distributiva può essere fatta. Grazie. Roberto

  2. fv

    La situazione è tragica e purtroppo anche seria. Si tratta di andare a prendere la responsabilità di una ditta già dichiarata fallita. E’ il momento di individuare un responsabile che “rassembli” e che sia capace di individuare pochi obiettivi e scadenzarli e tentare di tutto per ottenerli. Pochi obiettivi? Straordinari e premi detassati, aliquota di pensione detassata, utili reinvestiti da società o partite IVA detassati: sistema semplice, veloce che farà mancare dei soldi e quindi obbligherà a stoppare alcune spese pubbliche. Questa è la prima fase. Sfrugugliare non è il caso. Ognuno di noi deve decidere a chi affidare, questa volta, il comando.




Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: