Aborto? Il PD ha la risposta: Bonino e Binetti insieme. Casini candidato premier della riunificata area di centro. Intanto Storace fa di conto ed è tentato di riaprire la trattativa con Berlusconi, che nicchia.

Il gioco delle trattative prosegue. Il PD comprende che il tema dell’aborto sarà al centro del dibattito e vuole coprirsi oltre che sul lato cattolico, Binetti docet, anche sul alto laico fagocitando i radicali e soprattutto la Bonino. Mai come adesso,  visto il riaccendersi del tema, la leader radicale potrebbe rivelarsi un valore aggiunto di immagine per il PD, rosicchiando voti fra le femministe e l’elettorato  e le donne della sinistra radicale. La trattativa prosegue e alla fine Pannella & Co. potrebbero rinunciare al simbolo ed entrare nel listone veltroniano portando in dote un altro 1,8-2,3%. I socialisti invece restano fuori. Rimozione storica. A destra Ferrara appare utile strumento attraverso la sua battaglia di coerenza sul tema della moratoria sull’aborto, ai giochi anti-Casini di Berlusconi. Abbiamo visto ieri il perchè.  Ma intanto il centro cerca di organizzarsi per superare le soglie di sbarramento. Casini ha rotto gli induci e ha chiamato a raccolta amici ed ex compagni di partito. L’unione di centro è sempre più una ipotesi fattibili, con Casini candidato premier. Sondaggi alla mano oltre il 7%. Resta il dubbio che il popolo dell’Udc segua Casini o resti dentro i confini dell’ex CDL. I cattolici di opinione intatno come detto potrebbero essere tentati di votare Ferrara e il suo movimento pro-life. A destra Storace sembra aver paura di proseguire la corsa da solo e ritrovarsi fuori dal parlamento. Tutti i sondaggi lo danno sotto la soglia del 4%. Ecco che oggi sul Corriere della Sera si documentano telefonate fra il leader de La Destra e il portavoce di Berlusconi.  Gioco rischioso per Berlusconi già accusato dal PD di rappresentare una forza sempre più di destra vista anche la rottura con Casini. L’accordo con Storace non si farà,  aw non con la rinuncia del simbolo. Ma sarebbe utile conoscere il clima fra gli elettori di AN.  Casini indica nella scelta di Alleanza Nazionale la decisione di accettare una vera e propria “annessione”. Fini al contrario evoca l’orizzonte sognato sin dai giorni di Fiuggi dell’approdo al PPE. E indica come esito finale per AN lo scioglimento in autunno. Gli elettori saranno tutti fedeli alla linea del leader bolognese? Storace spera di raccogliere molti delusi, ma le soglie del 4% alla camera e dell’8% al senato fanno davvero paura e per questo ringhia dal suo blog contro la superbia di Berlusconi.




    Lascia un commento

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: